ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE CULTURALE

Statuto dell’Associazione Culturale La Nuova Stella

 

Oggi, 7 gennaio 2016, i sottoscrittori del presente atto convengono di costituire ai sensi dell’art. 36 e seguenti del codice civile l’Associazione Culturale La Nuova Stella con sede in Via Bartolomeo Giuliari n°2, Verona. La sede può essere trasferita in luogo diverso senza necessità di modificare lo statuto, previo il parere favorevole dell’Assemblea dei soci.

 

 

L’ASSOCIAZIONE È REGOLATA DAL SEGUENTE STATUTO

 

Scopo e finalità

L’Associazione ha come scopo principale il sostegno all’equilibrio e benessere globale della persona, nei suoi aspetti interdipendenti di corpo-mente-spirito, tramite metodologie bio-naturali. Promuovendo attività a sostegno della consapevolezza, della crescita e dello sviluppo del potenziale umano.

L’OMS definisce la salute non come semplice assenza di malattia, ma come stato di completo benessere fisico, psicologico e sociale. Non basta quindi curare, ma anche prevenire, informare, sensibilizzare e promuovere i comportamenti sani e orientati al benessere.

L’Associazione opera allo scopo di preservare, consolidare e favorire lo stato di salute e benessere della persona, considerata nella sua globalità. Intende quindi promuovere e organizzare attività di divulgazione e informazione, corsi di formazione, conferenze, seminari, sessioni di gruppo e sessioni individuali, pubblicazioni, dibattiti, mostre, ricerche e studio di tecniche intese al benessere fisico, mentale e spirituale dell’individuo.

Particolare attenzione viene rivolta all’alimentazione, al sostegno alla maternità e alla nascita, alle cure naturali, alla meditazione e ricerca spirituale.

L’associazione è aperta ad iniziative interdisciplinari e interculturali, allo scambio, al libero confronto e al contributo di altre associazioni, enti, gruppi le cui finalità non siano in contrasto con le finalità dell’Associazione.

 

 

Soci Fondatori

Sono soci fondatori:

Monica Erbesato

Barbara Salvaro

Elvis Vaccari

 

 

Soci

Possono essere soci dell’Associazione tutti coloro che intendono partecipare alla realizzazione degli scopi sociali. Oltre alle persone fisiche possono essere soci i Gruppi, gli Enti o le Associazioni che hanno fini istituzionali analoghi a quelli dell’Associazione.

L’ammissione dei nuovi soci è deliberata dal Consiglio Direttivo all’unanimità. La delibera del Consiglio Direttivo è insindacabile.

I Soci hanno diritto di ricevere le informazioni sull’attività dell’Associazione, partecipare alle iniziative dell’Associazione e alle riunioni dell’Assemblea dei soci con diritto di voto.

L’iscrizione all’Associazione implica la conoscenza e l’accettazione dello statuto e dei regolamenti eventualmente emanati.

Inoltre, sono tenuti al versamento della quota associativa annuale e a contribuire ad eventuali ulteriori contributi associativi annuali stabiliti dal Consiglio Direttivo.

I soci cessano di appartenere all’Associazione per recesso, decadenza, esclusione e per causa di morte. Sono dichiarati decaduti i soci non in regola con il pagamento delle quote sociali o che si pongono in contrasto con gli scopi dell’associazione.

Il Consiglio Direttivo può dichiarare la decadenza del socio:

a) che abbia perduto i requisiti per l’ammissione;

b) che non sia più in grado di concorrere agli scopi sociali;

c) che non sia in regola con il pagamento della quota annuale di adesione.

Può essere escluso il socio:

a) che svolga attività in contrasto con quella dell’Associazione;

b) che non osserva le deliberazioni prese dagli organi sociali competenti;

c) che senza giustificato motivo non adempia puntualmente agli obblighi assunti a qualsiasi titolo verso l’Associazione.

L’esclusione è deliberata dal Consiglio Direttivo dopo che al socio sia stato per iscritto (incluso via email) contestato il fatto che può giustificare l’esclusione con l’assegnazione di un termine di dieci giorni per eventuali controdeduzioni.

Il socio che cessa di appartenere all’Associazione per recesso, decadenza ed esclusione come pure gli eredi del socio defunto, non conserva alcun diritto sul patrimonio e sulle quote già pagate.

 

 

Patrimonio

Costituiscono il fondo comune di cui all’art. 37 del codice civile:

  1. le quote di adesione annuali deliberate dal Consiglio Direttivo;

  2. le quote annuali supplementari deliberate dal Consiglio Direttivo;

  3. ogni bene mobile o immobile o partecipazioni azionarie che diverranno di proprietà dell’Associazione;

  4. eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;

  5. eventuali donazioni, erogazione, elargizioni, lasciti o proventi specificatamente destinati a tale fondo.

Le somme introitate dall’Associazione per causali diverse da quelle indicate dal comma precedente non fanno parte del fondo comune di cui all’art. 37 del codice civile.

Alle spese occorrenti per il funzionamento dell’Associazione, ivi incluso il rimborso spese ai soci che svolgeranno attività necessaria per l’attuazione dei compiti istituzionali come ogni altra spesa, si provvederà con le contribuzioni annuali obbligatorie dei soci e con i proventi delle attività istituzionali.

 

L’esercizio finanziario e l’anno sociale, decorrono dal 1° Gennaio al 31 Dicembre di ogni anno, salvo il primo anno che decorrerà dalla data di costituzione fino al 31 Dicembre. Il rendiconto annuale va approvato dall’Assemblea dei soci entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale.

 

 

Organi

Organi dell’Associazione sono l’Assemblea dei Soci, il Direttivo, Presidente e il Segretario.

 

 

L’Assemblea dei Soci

L’Assemblea dei Soci è l’organo decisionale dell’Associazione. L’Assemblea dei Soci è composta dai soci in regola con l’iscrizione. Ogni socio ha diritto ad un solo voto. Le votazioni vengono effettuate per alzata di mano.

L’Assemblea dei soci viene convocata dal Consiglio Direttivo almeno una volta l’anno, entro centoventi giorni dalla chiusura dell’esercizio, e ogni qualvolta sia convocata dal Direttivo.

La convocazione è fatta mediante avviso contenente l’elenco delle materie da trattare, l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo dell’adunanza. Esso potrà contenere anche l’indicazione del luogo, del giorno e dell’ora per la seconda convocazione che non potrà avere luogo nello stesso giorno fissato per la prima.

A cura dei membri del Consiglio Direttivo, almeno otto giorni prima di quello fissato per l’adunanza, tale avviso deve essere inviato ai soci e agli altri aventi diritto, a mezzo eMail.

 

L’Assemblea dei Soci:

  • delibera sulle linee generali e programmatiche dell’Associazione:

  • elegge i membri del Consiglio Direttivo da scegliersi tra tutti i soci;

  • delibera la ratifica di eventuali regolamenti interni;

  • delibera l’approvazione del rendiconto annuale predisposto dal Consiglio Direttivo;

  • delibera la modifica del presente Statuto (tranne finalità e scopo dell’Associazione che non sono modificabili).

 

Le sue deliberazioni sono valide se approvate dalla maggioranza dei presenti, eccetto che per le modifiche allo statuto e per lo scioglimento dell’Associazione, per le quali è necessaria una doppia votazione in date diverse a maggioranza qualificata dei due terzi dei presenti.

È presieduta dal Presidente dell’Associazione, che assieme al Direttivo fissa l’ordine del giorno.

 

L’Assemblea ordinaria e straordinaria dei soci è validamente costituita in prima convocazione quando è presente la maggioranza assoluta dei soci ed in seconda convocazione con qualunque numero di soci.

 

All’assemblea, su invito del Direttivo, possono partecipare persone esterne, senza diritto di voto.

 

 

Il Direttivo

Il direttivo è l’organo operativo dell’Associazione. Il Consiglio Direttivo è composto da un minimo di 3 membri eletti dall’Assemblea dei soci e rimane in carica per i 5 anni seguenti il giorno della propria nomina, senza limiti di rieleggibilità. Le cariche del Direttivo sono: Presidente, VicePresidente, Segretario, Consigliere.

 

Il Direttivo:

– delibera circa l’ammissione, il recesso, la decadenza e l’esclusione dei soci;

– stende il rendiconto annuale;

– fissa le quote ed i contributi associativi annuali;

– propone eventuali regolamenti interni all’Assemblea dei Soci;

– delibera su tutti gli altri aspetti attinenti la gestione sociale.

– nomina al suo interno il Presidente, il VicePresidente, il Segretario, gli eventuali Consiglieri;

– stabilisce l’ordine del giorno dell’Assemblea dei Soci;

– accetta le donazioni e i contributi da parte di enti, privati e associazioni;

– organizza e coordina le attività decise dall’Assemblea, incaricando soci o persone esterne per il loro svolgimento.

 

Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno o quando lo richiedano almeno due membri.

Il Consiglio Direttivo è investito di tutti i poteri non espressamente riservati all’assemblea dal presente statuto.

Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza assoluta dei componenti l’organo stesso. Sull’ammissione dei nuovi soci delibera all’unanimità.

 

Le cariche del Direttivo sono gratuite, sono decise e distribuite dal Direttivo stesso, e qualora un suo membro non risulti più iscritto all’Associazione perché decaduto, escluso, dimissionato o altro, il Consiglio elegge il suo sostituto sino alla prossima Assemblea dei Soci.

 

 

Il Presidente

Il Presidente rappresenta l’Associazione e ne ha la legale rappresentanza.

Il Presidente:

– ha la firma e la rappresentanza dell’Associazione nei rapporti con i terzi, in giudizio nonché davanti a tutte le autorità amministrative;

– vigila sul corretto funzionamento e andamento dell’Associazione;

– vigila sul buon svolgimento dell’attività finanziaria dell’Associazione;

– convoca il Direttivo;

– convoca l’Assemblea dei soci su mandato del Direttivo;

– presiede il Direttivo e l’Assemblea dei Soci.

In caso di impedimento o assenza del Presidente le attribuzioni del Presidente spettano al VicePresidente, o di seguito al Segretario, o di seguito al Consigliere più anziano.

 

 

Il VicePresidente

Il VicePresidente coadiuva il Presidente nelle sue funzioni e lo sostituisce in caso di sua impossibilità.

 

 

Il Segretario

Il Segretario coadiuva il Presidente e il VicePresidente nelle loro funzioni e li sostituisce in caso di loro impossibilità.

– gestisce le iscrizioni e l’indirizzario dei Soci;

– gestisce i fondi dell’Associazione e tiene la contabilità;

– tiene i verbali del Direttivo e dell’Assemblea

– gestisce la corrispondenza e le comunicazioni verso i Soci dell’Associazione e l’esterno.

 

 

I Consiglieri

I Consiglieri aiutano e supportano il resto del Direttivo nello svolgimento delle proprie mansioni.

 

 

Anno sociale

L’anno sociale inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ciascun anno solare, salvo il primo anno che decorrerà dalla data di costituzione fino al 31 Dicembre.

 

 

Statuto

Il presente statuto può essere modificato secondo le modalità di votazione previste, eccetto che nelle finalità e negli scopi.

 

 

Risorse

Le risorse dell’associazione sono costituite dall’impegno dei soci, dalle quote sociali versate dai soci per l’iscrizione, da donazioni da parte di terzi e da contributi ricevuti per la realizzazione di progetti inerenti le finalità dell’Associazione.

Nessun utile può essere distribuito ai soci, anche in forma indiretta.

Eventuali avanzi di gestione sono da destinare alle attività istituzionali dell’Associazione.

 

 

Scioglimento

Allo scioglimento dell’Associazione, il Presidente assume la funzione di liquidatore.

Le eventuali eccedenze attive risultanti dopo il pagamento di ogni passività vanno devolute ad enti aventi uno scopo sociale analogo a quello dell’Associazione.

 

 

Clausola compromissoria

I soci sono obbligati a rimettere alla decisione arbitrale la soluzione di tutte le controversie tra soci e tra Associazione e soci che insorgessero sull’applicazione e sulla interpretazione delle disposizioni contenute nel presente statuto e nei regolamenti.

Il collegio arbitrale è composto da tre membri di cui uno nominato dalla parte che ricorre all’arbitrato, uno nominato dalla controparte (l’Associazione oppure il socio nel caso di controversia fra soci) ed il terzo nominato dagli altri due arbitri oppure, in caso di disaccordo, dal Pretore competente per territorio.

 

Norme transitorie

A comporre il Consiglio Direttivo per il primo quinquennio sono nominati i Sigg.ri:

– PRESIDENTE: Elvis Vaccari

– VICEPRESIDENTE: Monica Erbesato

– SEGRETARIO: Barbara Salvaro

 

La quota di iscrizione per l’anno 2017 per i soci (persone fisiche) è fissata in Euro 5€.

Nel caso di enti o associazioni la quota d’iscrizione è da concordare in base al numero di iscritti.

BILANCIO 2016

Bilancio 2016 associazione – 2016 BILANCIO

BILANCIO 2017

Bilancio 2017 associazione – 2017 bilancio